Pubblicato il

Serenoa cos’è benefici ed effetti collaterali

serenoa

Che cos’è la serenoa?

La serenoa fa parte di quelle piante che hanno principi fitoterapici capaci di produrre degli effetti benefici e terapeutici per l’organismo umano. È originaria delle zone orientali degli Stati Uniti. crescendo spontaneamente al limitare delle foreste o in vicinanza dei litorali. La serenoa repens appartiene alla famiglia delle palmacee ed è comunemente conosciuta con il termine di palma nana o paletto. Può raggiungere dai 2 ai 4 metri di altezza con foglie che presentano una piccola spina e possono essere larghe fino a due metri. Il fiore si presenta di colore giallo e bianco. Il frutto viene utilizzato sotto forma di bacche essiccate come estratto con effetti positivi per diversi problemi ormonali o riguardanti l’apparato riproduttivo-urinario. Per questo motivo è spesso utilizzata in medicinali o integratori. Ma quali sono le caratteristiche di questa pianta?

I benefici, controindicazioni ed effetti collaterali

Gli effetti benefici della serenoa repens erano ben conosciuti sin dall’antichità. Gli indiani d’America la utilizzavano da oltre duecento anni per curare diversi disturbi collegati all’apparato urinario e digestivo. L’estratto di serenoa era impiegato per migliorare i problemi legati alla riproduzione e dalle donne per lenire le mestruazioni. 
Nella serenoa sono presenti differenti sostanze, come gli acidi grassi, laurico e linoleico, i polissaccaridi, oli essenziali, steroidi, flavonoidi e trigliceridi, che caratterizzano i suoi principi attivi e la rendono perfetta per la cura di diverse malattie e per produrre benefici del benessere fisico:

azione antinfiammatoria: l’estratto della serenoa era utilizzato già da tempo per curare alcuni stati infiammatori. I suoi principi attivi intervengono con effetto inibitorio su alcuni enzimi che sono causa dei processi infiammatori. Inoltre la serenoa riduce la fragilità dei capillari in questo modo diminuendo eventuali rotture e infiammazioni;

ipertrofia prostatica benigna: l’ingrossamento della prostata non causata da presenza di tumori è conosciuta come ipertrofia prostatica benigna. Gli effetti dell’aumento del volume di questa ghiandola possono essere molti fastidiosi per l’uomo. La causa è dovuta principalmente alla trasformazione del testosterone in diidrosterone, per opera dell’enzima 5 alfa-reduttasi, il quale determina un’iperstimolazione cellulare con l’ingrossamento della ghiandola prostatica. La presenza di fitosterolo presente nei frutti della pianta, permette di inibire l’azione dell’enzima che determina l’ingrossamento della prostata come dimostrato dall’analisi effettuata dalla American Medical Association. L’effetto di riduzione della prostata è significativo, contribuendo quindi alla cura di questa problematica;

proprietà diuretica: la serenoa produce anche un giovamento per tutte le vie urinarie. Il suo effetto antinfiammatorio non solo produce un netto miglioramento delle vie urinarie, ma oltre a questo si aggiunge una un’azione diuretica migliorando lo svuotamento della vescica;

azione rilassante: alcuni studi hanno evidenziato che l’assunzione di estratto di serenoa contribuisce a migliorare gli stati di nervosismo intervenendo in modo da rilassare il sistema nervoso; 

azione antispasmodica: la serenoa è tra le piante che hanno la funzione di ridurre e di intervenire in caso di spasmi involontari della muscolatura. La sua azione antispasmodica combinata con quella infiammatoria può portare giovamento a tutta la muscolatura e in particolar modo contribuire a curare l’intestino;

cura dell’alopecia: la riduzione di capelli e la loro scomparsa prende il nome di alopecia. Tale forma di disturbo può influenzare molto la vita di un individuo. Prevalentemente colpisce gli uomini, ma gli eventuali disturbi ormonali, che possono esserne la causa, si presentano anche in particolari circostanze nelle donne. La più comune forma di alopecia è quella androgenetica. Il fattore che determina principalmente la caduta dei capelli è dovuto alla presenza di ormoni androgeni e in particolar modo non tanto da livelli alti di testosterone ma di didrosterone. Studi recenti hanno evidenziato che eventuali applicazioni di lozioni a base di serenoa (come ad esempio Foltina Plus) e l’assunzione dell’estratto possono determinare dei benefici nella caduta dei capelli. Il principio attivo della serenoa è quello di regolarizzare i livelli ormonali necessari a una duratura salute dei capelli;

migliora la salute del cuoi capelluto: la serenoa intervenendo come inibitore nella trasformazione del testosterone in diidrosterone determina anche la riduzione di forfora e quella di sebo sui capelli. In questo modo viene migliorata la salute del cuoi capelluto e la riduzione di un fastidioso disturbo anche estetico.

migliora la libido: la serenoa influisce anche nella produzione di estrogeni, inibendola in maniera significativa. L’estratto viene utilizzato anche per ridurre e curare le problematiche riguardante gli organi riproduttivi come l’impotenza e eventuale calo di libido.

L’utilizzo della serenoa non comporta delle controindicazioni. È però importante considerare che un eventuale ipersensibilità ai suoi principi attivi o l’utilizzo eccessivo dell’estratto in alcuni soggetti potrebbe determinare la presenza di i effetti negativi, come vomito, diarrea e dolori addominali. È sconsigliata l’assunzione in caso di gravidanza e allattamento. Inoltre è preferibile non utilizzare l’estratto della pianta per le cure riguardanti una carenza di anemia.