Aglio

  • Famiglia: Alliacee
  • Dove cresce: terreni umidi a clima temperato
  • Cosa offre: foglie bulbo


L’aglio appartiene a un genere che, assieme alla cipolla il porro, allo scalogno e all’erba cipollina, annovera circa 700 specie di piante erbacee. La pianta ,dell’aglio, che arriva ad una altezza di un metro, è di forma slanciata, ha foglie lineari con nervature parallele e fiori bianco-violacei disposti a ombrello e racchiusi in una brattea caduca.

Il bulbo, quello che solitamemente tutti conosciamo per l’uso che se ne fa in cucina, è composto da bulbilli o spicchi e ricoperto da tuniche bianche o violacee. Di questa pianta si utilizza per lo più il bulbo dopo averlo lasciato asciugare ed essiccare al sole.

Aglio proprietà e usi terapeutici

L’aglio ha diverse proprietà benefiche per l’organismo, è infatti sia un potente antisettico, antispasmodico, espettorante, che ipotensivo e tonico. Questo perchè contiene enzimi, vitamine A, B1, B2, PP, C, sali minerali e oligoelementi.

Uso interno dell’aglio


Ad uso interno, la regolare assunzione di aglio, intero, schiacciato o come succo, contribuisce a diminuire il tasso di colesterolo nel sangue, quindi l’incidenza di malattie cardiovascolari, aumenta la resistenza alle infezioni, favorisce la produzione di succhi gastrici e stimola il flusso biliare, ha proprietà spasmolitiche soprattutto sul colon e antidiarroiche a livello intestinale.

Come infuso o decotto svolge azione benefica a livello dell’apparato respiratorio nelle malattie da raffreddamento e nella cura dei disturbi dei fumatori cronici.

Aglio ad uso esterno

Ad uso esterno, applicare il succo fresco diluito con acqua su piaghe e ferite, oppure lo spicchio d’aglio schiacciato su calli e verruche può essere un vero e proprio toccasana per alleviarne i sintomi. Il bulbo, infatti, contiene un’essenza solforosa il cui principio attivo è l’allicina, un efficace antisettico. La Scuola Salernitana lo consigliava nella prevenzione delle malattie contagiose, e sembra giovare anche contro la caduta dei capelli. Sul suo impiego in cucina non è necessario dilungarsi in quanto si tratta dell’aroma più conosciuto e noto sin dall’antichità.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi